Forum di Borsa

Mercati finanziari => Discussioni di macroeconomia e sul trading => Topic aperto da: Nahual - Dicembre 15, 2016, 05:06:25 pm

Titolo: Agevolazioni fiscali 2017 ITALIA: Piani individuali di risparmio (Pir)
Inserito da: Nahual - Dicembre 15, 2016, 05:06:25 pm
Chiedete per maggiori info ai vostri commercialisti di fiducia (entro il weekend chiederò approfondimenti) ! Sembra molto interessante!

Ø Legge di Bilancio: Piani individuali di risparmio
Dal prossimo anno i risparmiatori fiscalmente residenti in Italia avranno a disposizione un nuovo strumento per ridurre il carico fiscale gravante su alcune tipologie di redditi di natura finanziaria. Si tratta del regime fiscale opzionale applicabile ai piani individuali di risparmio ( Pir ), che si pone come obiettivo principale quello di stimolare l’investimento nel capitale di rischio delle imprese. Il regime fiscale in questione prevede l’esenzione da imposizione dei redditi diversi e di capitale derivanti dagli strumenti finanziari compresi nei Pir. I redditi di capitale e i redditi diversi derivanti dalla detenzione o negoziazione di partecipazioni qualificate e quelli che concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini Irpef del risparmiatore non rientrano nella nuova disciplina. Per la determinazione delle percentuali di partecipazione o dei diritti di voto che permettono di distinguere le partecipazioni qualificate da quelle non qualificate, la disciplina in commento prevede che il contribuente debba tenere conto anche di quanto posseduto dai propri familiari. Potranno beneficiare del nuovo regime coloro che investiranno somme o valori, per un ammontare non superiore a 30mila euro per ciascun anno solare, fino a uno stock massimo di 150mila euro, nel rispetto di una serie di parametri di seguito descritti. In primo luogo, almeno il 70% del valore del Pir deve essere investito in azioni o quote di società non immobiliari, anche non quotate, che siano fiscalmente residenti in Italia oppure in altri Paesi Ue o dello Spazio economico europeo, e che abbiano una stabile organizzazione in Italia.
In secondo luogo, almeno il 30 % della quota del 70% (pari al 21% dell’investimento complessivo) deve essere investita in azioni o quote di società diverse da quelle che compongono l’indice Ftse Mib di Borsa italiana oppure indici equivalenti di altri mercati regolamentati. Gli strumenti finanziari inseriti nel Pir devono essere detenuti per almeno cinque anni.
Titolo: Re:Agevolazioni fiscali 2017 ITALIA: Piani individuali di risparmio (Pir)
Inserito da: Maurizio - Aprile 17, 2018, 09:09:35 pm
Directa (http://www.directa.it/pub2/it/conto/pir.html) e InvestBanca (https://www.investbanca.it/it/clientela-retail/investimenti/pir/ib-pir)
offrono un conto PIR con le agevolazioni le fiscali relative senza pagare il pizzo dei fondi.

Da uno studio di Intermonte/Politecnico di Milano
 
Un’indagine sui documenti informativi pubblicati dai fondi a gestione attiva ha permes-so di calcolare una fee di ingresso media pari al 2,88% del capitale investito (con valori compresi  fra  0%  e  6%)  e  una  fee  di  gestione  annuale  media  pari  all’1,71%  del  net  asset  value (con valori compresi fra 0,75% e 2,79%). Tre quarti dei fondi prevede una commis-sione annuale di performance, e il 18% prevede anche una commissione di uscita.

Per chi ha voglia

Report completo https://www.intermonte.it/Portals/2/Research/Event/PIR_POLITECNICO_2018%20.pdf
Video della conferenza https://www.intermonte.it/en-gb/Conferenza-PIR-2018/ArtMID/5520/ArticleID/173/Conferenza-I-Piani-Individuali-di-Risparmio-PIR